4. ITE - terza puntata del progetto "Percorso europeo"

Il viaggio a Bruxelles !

Saimo partiti alle 4 del mattino del 25 marzo, puntualissimi, destinazione Bruxelles. 

Arrivati in hotel, subito dopo cena abbiamo fatto un giro in centro in questa bellissima cittá, ma senza far troppo tardi perché il giorno dopo abbiamo dedicato l'intera giornata alla visita delle istituzioni europee.

Queste alcune impressioni:

- "Unitá nella diversitá" inizialmente era solo un titolo, ma dopo questa gita é diventato per tutti noi un termine vero e concreto.

- L'Europa é molto di piú di un'unione, di un insieme di religioni e di etnie, l'Europa siamo noi. 

- E' stata una gita che pur fatta in Europa ci ha aperto al mondo intero.

- Vedere cosí tanto impegno per la Comunitá europea mi ha invogliato a farne parte attivamente.

- Questo viaggio mi ha dimostrato sotto molti aspetti (viaggiare, politica ...) quanto siamo fortunati a essere cittadini europei.

- Ci siamo sentiti uniti e uguali nelle nostre diversitá.

- I jogn europeics vëgn ascutá sö!

- In diesen Zeiten, wo viele Menschen die EU kritisieren und ihre Wichtigkeit übersehen, ist es von herausragender Bedeutung, europäische Institutionen aus nächster nähe zu sehen und sich Gedanken über die EU zu machen, um in Zukunft gewissenhaft und überlegt zu wählen. Das alles wird mit diesem Projekt ermöglicht. Wir konnten uns von der Vielfalt Europas überzeugen und zugleich eine tolle Zeit mit unseren Freunden verbringen. Überzeugt kann ich sagen, dass das Projekt seinen Zweck erfüllt hat und umbedingt weitergeführt werden soll. 

- Penso che il progetto "Percorso Europeo" sia una grande opportunitá per gli studenti. Si ha la possibilitá di scoprire nuove cose sull'UE, visitare il Parlamento europeo e visitare una bellissima cittá come Bruxelles.

- Penso che visitare le cittá possa essere utile in questo periodo d'immigrazione in Italia, soprattutto per diffondere un'idea di tolleranza generale.

- E´stata una gita molto istruttiva e interessante grazie anche ai tour delle cittá e alla visita al Parlamento europeo.

- Le iade a Bruxelles y Amsterdam me á dër plajü. Ince sce le iade te bus é sté dër lunch, dilan ala dërta compagnia, éra impó jüda. Da doman ênse tres tan stanc, mo sce an pënsa che an rüva dainré te te bi posc, se boiôn atira n café y piân indô ia. 

- "Percorso europeo" é il nome del progetto al quale abbiamo potuto partecipare e scoprire cittá, cose, modi di vivere nuovi. Il viaggio é stato per tutti noi una lezione di vita e ci ha insegnato molte cose, ma in particolare, cosa significa essere uniti. 

- Viaggiare con persone diverse (come nel ns. caso con gli alunni dell' ITE di San Candido) ha anche dei vantaggi.  Conoscere persone nuove é un'esperienza che porta ad essere piú aperti verso gli altri, ad accettare pensieri altrui, a confrontarci con altre cose ......

- Non sempre i giovani hanno la possibilitá economica di viaggiare e di vedere altre cittá conoscendo culture diverse. E´un viaggio che ci aiuta a comunicare, a conoscerci meglio e tra l'altro si pratica anche un po' di inglese, cosa che male non fa!

- E' stato un viaggio istruttivo ma allo stesso tempo divertente. Abbiamo avuto la possibilitá di interagire e conoscere persone nuove e di conoscere da un'altro punto di vista le prof. Questo progetto fa imparare molte cose nuove ma soprattutto unifica. Di questa esperienza ne ho fatto un tesoro!!

- Gita istruttiva ma anche divertente essendo stata con gli amici !

- Una grande opportunitá per vedere cose che non andrei a vedere da solo. Le visite guidate erano interessanti e istruttive.

- Penso che gite di questo tipo possano arricchire molto i giovani riguardo alla convivenza con altre persone, molto importante in tempi di insicurezza politica riguardante l'immigrazione.

- E' stata un'esperienza che ci ha insegnato tante cose importanti per la nostra vita all'interno della Comunitá europea.